Città di Nichelino - portale istituzionale

Carta di identità elettronica

Il giorno dell’appuntamento il richiedente dovrà presentarsi munito del vecchio documento d’identità e di una foto formato tessera recente e conforme alla normativa vigente, nonché del codice fiscale.
La procedura di acquisizione dei dati personali richiederà mediamente 20/30 minuti a persona e, pertanto, si invitano gli interessati a rispettare rigorosamente l’ora di prenotazione per consentire il rispetto dei tempi.

La carta d’identità elettronica può essere richiesta esclusivamente se il precedente documento è in scadenza
non deve invece essere richiesta a seguito di cambio indirizzo o residenza o per sostituire il documento cartaceo che continua a mantenere inalterata la sua validità sino alla scadenza prevista.

Si ricorda che è possibile rinnovare il documento valido per l’espatrio fino a 6 mesi prima della scadenza. In tal senso, è opportuno che il rinnovo del documento, considerati le possibili lunghe attese, sia richiesto per tempo (ad esempio se si ha in programma di effettuare un viaggio all’estero).

La CIE avrà il costo di € 21,95 (dei quali € 16,79 andranno allo Stato) da pagarsi direttamente, allo sportello tramite bancomat. In caso di rilascio della CIE prima della scadenza del documento cartaceo per deterioramento, smarrimento o furto, occorre aggiungere ulteriori € 5,16.

La CIE conterrà anche le impronte digitali, inserite in un microchip, di qualunque residente che abbia compiuto 12 anni.
I nuovi documenti consentiranno altresì di esprimere il proprio consenso (o il proprio diniego) alla donazione degli organi in caso di morte.

La validità del documento rimane invariata rispetto alla tipologia cartacea: 3 anni per i minori di età inferiore a 3 anni; 5 anni per i minori di età compresa tra i 3 e i 18 anni; 10 anni per i maggiorenni.
Per i minori di anni 18 per la validità all’espatrio occorre sempre il consenso di entrambi i genitori.
L’emissione della carta d’identità in formato cartaceo sarà riservata solo a casi di reale e documentata urgenza già espressamente codificati dalla normativa vigente.

Ultima modifica: 15 Giugno 2021 alle 16:03
Non hai trovato quel che cerchi? Contattaci
torna all'inizio del contenuto