Città di Nichelino - portale istituzionale

Ricerche Storiche e Relativi Certificati

Lo Stato Civile Italiano è entrato in funzione in Piemonte a decorrere dall’anno 1866;
Prima di tale anno l’attività di registrazione degli eventi di nascita, matrimonio e decesso era svolta dall’Autorità Ecclesiastica.
Qualora l’evento risulti antecedente al 1866 la richiesta dovrà pertanto essere rivolta alla Curia Vescovile da cui la chiesa dipendeva, ai fini della ricerca nel registro parrocchiale di competenza.

La Regione Piemonte è composta da 7 Province e la Provincia di Cuneo comprende ben 250 Comuni.
Affinché sia possibile procedere alla ricerca negli archivi storici di Stato Civile del Comune di Cuneo è di fondamentale importanza che l’interessato accerti preventivamente che il comune di cuneo sia il luogo in cui si è verificato l’evento

Modalità di presentazione delle istanze

Chi può presentare l’istanza

  • L’art. 450 del codice civile, pur affermando il principio della pubblicità dei registri dello stato civile, esclude che essi possano essere consultati direttamente dai privati, demandando ai soli ufficiali preposti al servizio di rilasciare estratti o certificati e di svolgere negli atti affidati alla loro custodia le indagini domandate dai privati; ed é principio più volte ribadito che sono legittimati a richiedere estratti e certificati e lo svolgimento di indagini solo coloro che vi abbiano un personale interesse;

  • gli artt. 106 e 107 del d.p.r. n. 396/2000 prevedono inoltre che possono essere richiesti, di volta in volta, estratti per riassunto o per copia integrale degli atti di stato civile da chi vi abbia interesse, purché il rilascio non sia vietato dalla legge. Gli interessati potranno altresì richiedere che l’ufficiale di stato civile svolga sugli atti e sui registri conservati nel comune le verifiche e le ricerche occorrenti ai propri fini;

  • i soggetti legittimati alla richiesta di estratti per copia integrale sono unicamente i soggetti a cui l’atto si riferisce oppure su motivata istanza comprovante l’interesse personale e concreto del richiedente ai fini di tutela di una situazione giuridicamente rilevante;

  • l’art. 3 del d.p.r. 432/1957 consente il rilascio dell’estratto di nascita con indicate le generalità dei genitori "per l’esercizio di doveri o di diritti derivanti dallo stato di legittimità o di filiazione" su richiesta:

    • dell’interessato ricadente in tale fattispecie, se maggiorenne;

    • del genitore o di chi esercita la responsabilità genitoriale, se minorenne;

    • di terza persona formalmente delegata dall’interessato di cui sopra.

      A chi deve essere presentata

      Il modello 3550 "Ricerca storica di stato civile e relativi certificati" può essere inviato in una delle seguenti modalità:

      • in modalità telematica attraverso questo portale

      • direttamente allo sportello dell’Ufficio Stato Civile, Via Roma, 28 – 12100 Cuneo, allegando:

        • il modulo di richiesta compilato, specificando il tipo di certificazione che si richiede in caso di esito positivo, con particolare riguardo a quanto esplicitato nel capoverso che segue "importanti indicazioni in merito al contenuto della richiesta"

        • una copia del documento d’identità del richiedente

        • eventuale delega in originale qualora la richiesta sia effettuata per conto terzi accompagnata da documento d’identità del delegante e del delegato

        • a mezzo posta all’indirizzo: Ufficio Stato Civile, Via Roma, 28 – 12100 Cuneo, allegando:

          • il modulo di richiesta compilato, specificando il tipo di certificazione che si richiede in caso di esito positivo, con particolare riguardo a quanto esplicitato nel capoverso che segue "importanti indicazioni in merito al contenuto della richiesta"

          • una copia del documento d’identità del richiedente

          • una busta pre-affrancata (oppure coupon), completa dell’indirizzo presso il quale si desidera ricevere l’eventuale certificazione scaturente da un esito positivo della ricerca

          • eventuale delega in originale qualora la richiesta sia effettuata per conto terzi accompagnata da documento d’identità del delegante e del delegato

          • a mezzo e-mail alla PEC protocollo.comune.cuneo(at)legalmail.it oppure all’indirizzo statocivile(at)comune.cuneo.it allegando:

            • il modulo di richiesta compilato, specificando il tipo di certificazione che si richiede in caso di esito positivo, con particolare riguardo a quanto esplicitato nel capoverso che segue "importanti indicazioni in merito al contenuto della richiesta"

            • una copia del documento d’identità del richiedente

            • eventuale delega qualora la richiesta sia effettuata per conto terzi accompagnata da documento d’identità del delegante e del delegato

              Come deve essere presentata

              Ciascuna ricerca storica, riferita quindi ad un singolo antenato, finalizzata all’ottenimento di certificati relativi allo stesso, ferma restando la normativa vigente sovra richiamata, può essere richiesta compilando online o scaricando il modello 3550 "Ricerca storica di stato civile e relativi certificati" inviandolo successivamente in una delle modalità indicate (vedi sopra sez. A chi deve essere presentata)

              Importanti indicazioni in merito al contenuto della richiesta

              La richiesta deve essere firmata dal richiedente, e deve indicare:

              • tutte le informazioni riguardanti il richiedente riportate nella prima sezione del modulo
              • le esatte generalità del SOGGETTO rispetto al quale si chiede la certificazione (nome, cognome, data e luogo di nascita dell’antenato – paternità e maternità dello stesso – legame di parentela con il richiedente)
              • dimostrazione del legame di parentela DALL’antenato in oggetto FINO AL richiedente (in caso di richiesta dei certificati identificati dai numeri 3, 4, 11, 12, 13 nel modulo di richiesta)
              • uso del certificato.

                Tali elementi costituiscono il presupposto indispensabile fini dell’effettuazione della ricerca storica poiché dimostrano in maniera probatoria il rapporto di discendenza del richiedente con la persona oggetto della certificazione. V. Nota bene 3 al fondo di questa pagina.

                Nota Bene: In mancanza di quanto sopra indicato, non si darà luogo alla ricerca in quanto la richiesta non potrà essere evasa

Attività e modelli

Informazioni

Chi può presentare l’istanza

  • L’art. 450 del codice civile, pur affermando il principio della pubblicità dei registri dello stato civile, esclude che essi possano essere consultati direttamente dai privati, demandando ai soli ufficiali preposti al servizio di rilasciare estratti o certificati e di svolgere negli atti affidati alla loro custodia le indagini domandate dai privati; ed é principio più volte ribadito che sono legittimati a richiedere estratti e certificati e lo svolgimento di indagini solo coloro che vi abbiano un personale interesse;

  • gli artt. 106 e 107 del d.p.r. n. 396/2000 prevedono inoltre che possono essere richiesti, di volta in volta, estratti per riassunto o per copia integrale degli atti di stato civile da chi vi abbia interesse, purché il rilascio non sia vietato dalla legge. Gli interessati potranno altresì richiedere che l’ufficiale di stato civile svolga sugli atti e sui registri conservati nel comune le verifiche e le ricerche occorrenti ai propri fini;

  • i soggetti legittimati alla richiesta di estratti per copia integrale sono unicamente i soggetti a cui l’atto si riferisce oppure su motivata istanza comprovante l’interesse personale e concreto del richiedente ai fini di tutela di una situazione giuridicamente rilevante;

  • l’art. 3 del d.p.r. 432/1957 consente il rilascio dell’estratto di nascita con indicate le generalità dei genitori "per l’esercizio di doveri o di diritti derivanti dallo stato di legittimità o di filiazione" su richiesta:

    • dell’interessato ricadente in tale fattispecie, se maggiorenne;

    • del genitore o di chi esercita la responsabilità genitoriale, se minorenne;

    • di terza persona formalmente delegata dall’interessato di cui sopra.

      A chi deve essere presentata

      Il modello 3550 "Ricerca storica di stato civile e relativi certificati" può essere inviato in una delle seguenti modalità:

      • in modalità telematica attraverso questo portale

      • direttamente allo sportello dell’Ufficio Stato Civile, Via Roma, 28 – 12100 Cuneo, allegando:

        • il modulo di richiesta compilato, specificando il tipo di certificazione che si richiede in caso di esito positivo, con particolare riguardo a quanto esplicitato nel capoverso che segue "importanti indicazioni in merito al contenuto della richiesta"

        • una copia del documento d’identità del richiedente

        • eventuale delega in originale qualora la richiesta sia effettuata per conto terzi accompagnata da documento d’identità del delegante e del delegato

        • a mezzo posta all’indirizzo: Ufficio Stato Civile, Via Roma, 28 – 12100 Cuneo, allegando:

          • il modulo di richiesta compilato, specificando il tipo di certificazione che si richiede in caso di esito positivo, con particolare riguardo a quanto esplicitato nel capoverso che segue "importanti indicazioni in merito al contenuto della richiesta"

          • una copia del documento d’identità del richiedente

          • una busta pre-affrancata (oppure coupon), completa dell’indirizzo presso il quale si desidera ricevere l’eventuale certificazione scaturente da un esito positivo della ricerca

          • eventuale delega in originale qualora la richiesta sia effettuata per conto terzi accompagnata da documento d’identità del delegante e del delegato

          • a mezzo e-mail alla PEC protocollo.comune.cuneo(at)legalmail.it oppure all’indirizzo statocivile(at)comune.cuneo.it allegando:

            • il modulo di richiesta compilato, specificando il tipo di certificazione che si richiede in caso di esito positivo, con particolare riguardo a quanto esplicitato nel capoverso che segue "importanti indicazioni in merito al contenuto della richiesta"

            • una copia del documento d’identità del richiedente

            • eventuale delega qualora la richiesta sia effettuata per conto terzi accompagnata da documento d’identità del delegante e del delegato

              Come deve essere presentata

              Ciascuna ricerca storica, riferita quindi ad un singolo antenato, finalizzata all’ottenimento di certificati relativi allo stesso, ferma restando la normativa vigente sovra richiamata, può essere richiesta compilando online o scaricando il modello 3550 "Ricerca storica di stato civile e relativi certificati" inviandolo successivamente in una delle modalità indicate (vedi sopra sez. A chi deve essere presentata)

              Importanti indicazioni in merito al contenuto della richiesta

              La richiesta deve essere firmata dal richiedente, e deve indicare:

              • tutte le informazioni riguardanti il richiedente riportate nella prima sezione del modulo
              • le esatte generalità del SOGGETTO rispetto al quale si chiede la certificazione (nome, cognome, data e luogo di nascita dell’antenato – paternità e maternità dello stesso – legame di parentela con il richiedente)
              • dimostrazione del legame di parentela DALL’antenato in oggetto FINO AL richiedente (in caso di richiesta dei certificati identificati dai numeri 3, 4, 11, 12, 13 nel modulo di richiesta)
              • uso del certificato.

                Tali elementi costituiscono il presupposto indispensabile fini dell’effettuazione della ricerca storica poiché dimostrano in maniera probatoria il rapporto di discendenza del richiedente con la persona oggetto della certificazione. V. Nota bene 3 al fondo di questa pagina.

                Nota Bene: In mancanza di quanto sopra indicato, non si darà luogo alla ricerca in quanto la richiesta non potrà essere evasa

I requisiti necessari ed essenziali sono i seguenti:

  • l’evento deve non essere antecedente al 1866;
  • l’evento si deve essere stato verificato nel comune di Cuneo;
  • il rilascio dei documenti non deve essere vietato dalla legge;
  • essere maggiorenne;
  • essere capace di intendere e di volere;
  • essere residente nel Comune.

Non sono previsti costi.

Nel corso del procedimento l’interessato può prendere visione degli atti del procedimento e presentare memorie scritte e documenti. Nei confronti del provvedimento finale è possibile avvalersi delle tutele amministrative e giurisdizionali previste dall’ordinamento vigente.

Maggiori informazioni sugli strumenti di tutela amministrativa e giurisdizionale.

Nel caso l’utente sia autenticato è possibile consultare le informazioni dalla sezione La mia
scrivania digitale – Istanze presentate e stato di avanzamento
.

Ultima modifica: 23 Aprile 2021 alle 12:04
Non hai trovato quel che cerchi? Contattaci
torna all'inizio del contenuto