Città di Nichelino - portale istituzionale

Cittadinanza Italiana Dopo Richiesta

Giuramento ai fini dell’acquisizione della cittadinanza italiana per naturalizzazione in seguito al decreto di concessione della Cittadinanza per residenza o matrimonio (art. 10 L. n. 91/1992)

A seguito di istanza presentata dall’interessato attraverso una procedura informatica messa a punto dal dipartimento per le Libertà civili e l’Immigrazione – Direzione centrale per i Diritti civili, la Cittadinanza e le Minoranze https://cittadinanza.dlci.interno.it

In assenza di condizioni ostative e sulla base di esito favorevole delle valutazioni di opportunità, viene concessa la cittadinanza con:

  • decreto del Ministero dell’Interno nel caso di cittadinanza a seguito di matrimonio o unione civile: art. 5 Legge 5 febbraio 1992, n. 91

  • decreto del Presidente della Repubblica nel caso di cittadinanza per naturalizzazione: art. 9 Legge 5 febbraio 1992, n. 91

    L’Ufficio di Stato Civile del Comune di Cuneo interviene nella parte finale della procedura, a valle della notifica all’interessato da parte della Prefettura, ai fini della prestazione del giuramento da parte dello stesso

    NB1: Dal sito del MInistero degli Affari Esteri, ( Ufficio di Riferimento: D.G.IT. – UFFICIO III )
    https://www.esteri.it/mae/it/servizi/italiani-all-estero/cittadinanza.html
    è possibile avere un quadro completo della vigente normativa e prassi in materia di cittadinanza.

Informazioni

Chi può presentare l’istanza
Deve essere presentata dal legale rappresentante, in caso di società, o dal soggetto, persona fisica, titolare della ditta individuale, o da un delegato appositamente designato tramite procura.

A chi deve essere presentata
Allo sportello competente per il territorio in cui si svolge l’attività o è situato l’impianto oggetto dell’attività produttiva o di prestazione di servizi.

Come deve essere presentata
L’istanza deve essere presentata esclusivamente in modalità telematica attraverso questo portale.

I requisiti necessari ed essenziali sono i seguenti:

  • essere maggiorenne;
  • essere capace di intendere e di volere;
  • essere residente nel Comune.

Non sono previsti costi.

Nel corso del procedimento l’interessato può prendere visione degli atti del procedimento e presentare memorie scritte e documenti. Nei confronti del provvedimento finale è possibile avvalersi delle tutele amministrative e giurisdizionali previste dall’ordinamento vigente.

Maggiori informazioni sugli strumenti di tutela amministrativa e giurisdizionale.

Nel caso l’utente sia autenticato è possibile consultare le informazioni dalla sezione La mia
scrivania digitale – Istanze presentate e stato di avanzamento
.

Ultima modifica: 23 Aprile 2021 alle 12:04
Non hai trovato quel che cerchi? Contattaci
torna all'inizio del contenuto