Città di Nichelino - portale istituzionale

Annullamento verbale in autotutela

Nel caso in cui sia stato notificato un verbale d’infrazione al Codice della Strada errato o illegittimo, è possibile proporre l’istanza di annullamento in autotutela con cui si chiede all’organo accertatore, che ha emanato l’atto, di riesaminarlo per l’eventuale revoca o annullamento.

Tale istanza deve essere presentata entro 5 giorni decorrenti dalla notifica del verbale, allegando documentazione giustificativa.

Poiché tuttavia l’esito favorevole di tale procedura non può essere garantito in tutti i casi, è consigliabile presentare un regolare ricorso al Prefetto o al Giudice di Pace.

Attività e modelli

Informazioni

Chi può presentare l’istanza

La richiesta di annullamento di verbale in autotutela può essere presentata dal soggetto a cui è stato notificato.

A chi deve essere presentata

L’interessato deve farne richiesta al Comando di Polizia Locale che ha emesso l’atto illegittimo o viziato.

Come deve essere presentata

Si può chiedere l’annullamento di un verbale nei seguenti casi:

  • errore di persona;
  • erronea trascrizione della targa del veicolo o targa clonata;
  • veicolo venduto prima della data d’infrazione;
  • veicolo rubato per il quale è stata effettuata regolare denuncia di furto e annotazione di perdita di possesso.

Occorre avere la necessaria documentazione giustificativa, ad esempio:

  • copia del nuovo certificato di proprietà rilasciato al nuovo proprietario;
  • copia del vecchio certificato di proprietà con indicata sul retro la vendita a favore del nuovo proprietario, purché con firma del venditore autenticata da parte del notaio/ufficiale d’anagrafe o altro soggetto idoneo;
  • autocertificazione firmata, con allegata fotocopia di un proprio documento d’identità, dalla quale risulti la data di vendita e i dati del nuovo proprietario del veicolo;
  • denuncia di furto;
  • verbale di ritrovamento;
  • registrazione della perdita di possesso;
  • fotocopia carta di circolazione.

Non sono previsti costi.

Nel corso del procedimento l’interessato può prendere visione degli atti del procedimento e presentare memorie scritte e documenti. Nei confronti del provvedimento finale è possibile avvalersi delle tutele amministrative e giurisdizionali previste dall’ordinamento vigente.

Maggiori informazioni sugli strumenti di tutela amministrativa e giurisdizionale.

Nel caso l’utente sia autenticato è possibile consultare le informazioni dalla sezione La mia
scrivania digitale – Istanze presentate e stato di avanzamento
.

Ultima modifica: 3 Novembre 2021 alle 17:27
Non hai trovato quel che cerchi? Contattaci
torna all'inizio del contenuto